-
RSS

Articoli recenti

IL POTERE DELLA MUSICA E DEL CANTO
LA MAGIA DELL'ACQUA
Weekend benessere ACQUA E NATURA
i nostri diritti
La regina dei sensi

Categorie

gravidanza
i bambini e l'acqua
inizio corsi
powered by

Il mio blog

Consigli per il mal di orecchie

L'attività in piscina di per sé non predispone all'otite, MA è importante evitare che l'acqua infiltratasi nei padiglioni auricolari ristagni a lungo.
 
E'per questo motivo che bisogna intervenire subito per evitare che l’acqua stagnante, a lungo andare, non provochi infezioni o danni ai timpani.
 
Non usate i cotton fioc per “asciugare” l’orecchio di un bambinop iccolo, perché esso è utile solo per pulire la parte esterna del condotto uditivo, e usato male potrebbe causare microlesioni.
 
 
 
COME  CAPIRE CHE  IL VOSTRO PICCOLO HA MAL DI ORECCHIO
 
 
 
Provatea premere con l'indice, delicatamente, il pezzetto di cartilagine che sovrasta l'apertura del canale dell'orecchio, premendolo come fareste per stapparlo quando ci entra acqua nell'orecchio. Se ha l'orecchio irritato, anche con una lieve pressione inizierà a piangere.
 


PROVATE  A FARE COSì
 


Versate altre gocce d’acqua nell’orecchio rivolto verso l’alto con un contagocce; aspettate qualche secondo e poi dite al vostro bambino di girare rapidamente la testa nell’altro senso, in modo che l’orecchio pieno d’acqua sia rivolto verso il terreno perpendicolarmente. Ripetete l’operazione fino ad aver eliminato totalmente l’acqua. Se questo metodo non funziona, in farmacia vendono gocce che si possono comprare senza prescrizione medica, da usare con lo stesso procedimento. (vedi http://www.dooyoo.it/salute/otalgan-berna-gocce-per-otalgie/634582/)
 

Asciugate l’orecchio con il phon, ovviamente a temperatura bassa, e facendo attenzione a non tenerlo troppo vicino alla pelle. L’aria calda dovrebbe fa evaporare l'acqua nelle orecchie ed eliminare il fastidio.
 

Dite al vostro bambino di dormire con l’orecchio “annacquato” rivolto verso il cuscino, in modo da far uscire l’acqua durante la notte. In caso si tratti di un neonato non allarmatevi se durante il bagnetto gli è entrata l’acqua nelle orecchie: potete asciugargliele con una piccola salviettina attorcigliata, e fare attenzione nei giorni successivi a non esporlo a forti sbalzi di temperatura e al vento.
 
 
 
LA  NATURA CI AIUTA
 
 
 
Un  rimedio naturale

 
Prendete una cipolla tagliata a pezzettini e mettetela in una garza o in un fazzoletto di cotone; ne basta proprio poca. A questo punto con un cerottino mettete l'impacco dietro il lobo: se i bambini sono molto piccoli è bene metterla quando dormono.
 
Certo, i vostri cuccioli puzzeranno un pochetto, ma la cipolla ha un grandissimo potere disinfiammante. Potete usarla sulla gola quando vi brucia molto. Molto utile è anche l'aglio, che ha effetto antibiotico: spremete un po' di aglio e unite il succo a qualche goccia di olio di oliva a temperatura ambiente, mettete qualche goccia nell'orecchio oppure tamponate con un pezzetto di cotone. Coprite bene l'orecchio.
 
 
In caso il dolore persista, forse si è trasformato in una cosiddetta otite esterna, o otite del nuotatore, causata dalla presenza di germi nell’acqua della piscina : in questo caso è d’obbligo consultare un medico, ma in genere la cura a base digocce auricolari non impedisce di continuare ad andare in piscina, e non c’è febbre.